HUAN songs: ADESIONE INCOERENTE

Brutta cosa essere sognatori…
Sbattere continuamente la testa e il cuore contro la dura verità…

O bianco o nero. In mezzo alle bugie non ci so stare. Ho le mie regole, un profondo senso del dovere e una mia personalissima morale che si frantuma quotidianamente contro le incongruenze della vita.

Adesione incoerente è la descrizione più fedele che sia mai riuscita a tradurre in note di me stessa. Un’idealista depressa dalla falsità delle persone, dai rapporti finti, dalle omissioni nelle relazioni umane, dalla gente che si dice in un modo e poi agisce esattamente al contrario, da chi dà un’immagine di sé che è solo una maschera gettata a terra dai fatti.

Eppure continuo imperterrita a costruire i miei sogni giorno dopo giorno. È una sorta di tela di Penelope: quello che tesso viene sfibrato e sfrangiato dalla cruda realtà. Ma non mi potete fermare!

Adesione incoerente è una canzone che sento venire dallo stomaco. Canto e disincanto. Cerco l’impossibile e l’irraggiungibile: la vera purezza, un mondo pulito (ossimoro!). Non sto bene qui, in mezzo alla superbia della gente, e solo cantando tocco la felicità.

Non vedo bontà. Le anime non possono incastrarsi tra loro.

Verrà un giorno in cui la mia felicità sarà totale. Ma non è ora. Di certo non sulla terra…

Il testo di Adesione Incoerente

HUAN songs: SOME MORE CARESSES

Ecco l’unica canzone d’amore degli Huan.

Some more caresses non è però una ballata. Non è un lentone romantico e sdolcinato. Cos’è? Cosa suonano gli Huan?
In fondo, se si dovesse dare un’etichetta alla nostra musica, è semplice pop con qualche incursione rock portata dal Grego, delle schitarrate jazz del Ghezzaus, tocchi blues di Giò e giochi di parole e note indie Made in Bu.
L’amore è un tema banale e trito nella musica. C’è solo un cantautore per me che riesce a non cadere nell’ovvietà parlando di questo sentimento: Benvegnù.
La mia canzone è apparentemente scontata. Parole stra-abusate e rime in inglese da studentello delle medie. Ma è una canzone sull’amore platonico, su quello che oggi è impossibile ottenere: l’amore che nasce dal cuore ed è alimentato dall’immaginazione. Un amore puro che non si consuma perché non è stato consumato. È l’amore pulito di due anime che si sono incontrate in tempi sbagliati ma i cui fantasmi si abbracciano e vivono di solo sentimento. Ancora. Dentro la mia testa. Per sempre.
C’è desiderio e passione, ma sono solo parole senza concretezza.
Penso sarà una delle pochissime, se non la sola, canzone d’amore che scriverò per gli Huan. L’amore non è un tema che mi ispira particolarmente…
Un brano che canto sorridendo…