Steve Jobs 1955-2011 

http://www.apple.com

I do not believe in heroes.
I’ve no idols. Musicians, actors, great men who made the history.
Each of us has his/her own potentiality and abilities.
It goes without saying that people I hang out with are people who can teach me something, who always try to make their dreams real. I can’t stand any form of controversy, the fact that we need to underestimate other people. Instead, I always try to underline others’ qualities and I tend to support everybody. Especially children…
I love daily little/big exploits.

There are no superheroes.
There are not the best people, the most capable, the perfect men.

There are only men who decide to do their best and never surrender. Even if reality is just against them. There are only men who fight every day against cancer and say YES to life, always.

There are people like Steve Jobs. There are people like my mother.
These are examples, the right ways to live.
They are not heroes. They are just people who have decided to live their lives till the end.

Pour toi maman, pour toujours 🙂

Io non credo negli eroi.

Non ho miti. Non ho idoli musicali, attori, grandi personaggi della storia.
Ognuno di noi ha in sé grandi potenzialità e capacità.
Non è un caso che mi circondi solo di persone da cui posso imparare, che stimo per creatività e ingegno. Io ammiro e stimo tutti coloro che cercano di rendere concrete le loro idee. Non tollero la polemica, il continuo denigrare. Bisogna sempre sottolineare i lati positivi degli altri e spronare. Soprattutto i bambini…
Io amo le piccole gesta della quotidianità.

Non esistono i superpoteri.
Non esistono i migliori, i più capaci, i perfetti.

Ci sono solo uomini che decidono di darsi da fare e di non arrendersi mai. Neanche di fronte all’evidenza. Ci sono solo uomini che lottano ogni giorno contro la malattia e che dicono di sì alla vita, in ogni caso.

Ci sono persone come Steve Jobs. Ci sono persone come mia madre.
Questi sono esempi, modelli da seguire.
Non sono eroi. Sono uomini e donne che hanno deciso di vivere pienamente la vita, fino alla morte.

Pour toi maman, pour toujours 🙂

everything remains the same

Mi sveglio. Solita lotta con lo specchio. Quattro biscotti con il tè. Accendo il computer. Al lavoro. Parole da tradurre, vocabolari da consultare. Leggo la posta. Nessun principe cibernetico che mi venga a salvare. Accendo la radio. Tre stazioni danno la stessa canzone. MTV propone lo stesso video per la decima volta da quando mi sono svegliata. Chiacchiere intorno a me di cui sono solo spettatrice. Un film su sky che ho già visto. Vado a letto e sogno che domani sarà diverso. Con la sicurezza che niente cambierà.

A 23 anni ho incontrato già la morte tante volte. L’ho sfiorata e l’ho vista negli occhi di mia madre. La vedo sempre. Ogni mattina. Ogni sera quando mi addormento nel lettone insieme a chi mi ha dato la vita e me l’ha tolta a suon di botte…

maman c’est juste pour toi:
https://ilariamontagni.files.wordpress.com/2008/11/mum.mp3